i racconti del sé, Riflessioni

La rivisitazione del passo

Un pizzico irrefrenabile, non so se rendo l’idea. Un po’ come il veleno gonfio di quella maledetta bolla sulla caviglia.

Hai riso così tanto quando ti ho detto che mi sentivo emotivamente bipolare. Cosa avevi mai da ridere, io dico. Oltretutto mi hai scelto come compagno di passo quindi, fossi in te, rifletterei con cura ed opportunità su ciò che ti confido.

La signora del terzo piano mi crede felice e di questo ne ho costante conferma dai saluti fugaci che mi sfiorano lungo i corridoi delle attese. “Ciao ragazzo felice!” mi grida il suo discreto silenzio.

Credi sia merito della solita tuta che indosso, color sostegno, o dei capelli corti che fanno poco testo? Io non saprei, ho solo qualche crosta di pane nel sogno ed un poco chiaro e filiforme scorrimento di idee, alquanto madido, a farmi da spalla. Un’eredità invidiabile, direbbe Remo!

Lo stropicciato rende indistruttibili, quasi me ne convinco.

Sono un uomo felice perché è così che l’inquilina mi vede ed è questo che ha da sempre accettato.

L’errore, un lenzuolo strappato, il traffico a strofe. La gente non mente, eppure conosco il richiamo, la sveglia, la goccia fredda che non commuove. Ho visto l’acqua diventare scura ed ho perso molti motivi per non mollare, in quella strada poco elegante del sospetto.

Hai continuato a ridere, nonostante tutto, nonostante il poco nesso e te ne sei fregato quando hai perso il passo, sapendo ti avrei aspettato.

Ecco, forse mi è chiaro: la risposta sta proprio nel fottuto passo, lì, dove vivo parcamente il dolore dell’osso, in solitudine, sporco, perso, ad un paio di curve da te.

Una marcia infausta seppur necessaria, quel costante colore verde scuro, l’odore di caffè nell’umido senza invito e sempre lei che, dal terzo piano grida al sole, nella piena certezza che albeggia il giorno e condisce la tana di calore e famiglia.

Per sua ragione e sopravvivenza ancora oggi non posso che essere un uomo felice.

Informazioni su Mumaclo

Il tutto e il niente

Discussione

2 pensieri su “La rivisitazione del passo

  1. Cara Claudia, i tuoi scritti, non solo mi piacciono molto, ma sono originali e pregni di vita vissuta
    Brava, davvero
    Abbraccio da Mistral

    "Mi piace"

    Pubblicato da ombreflessuose | 22 settembre 2014, 19:10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Follow Mumaclo on WordPress.com

ghiacciaia

Briciole preziose

  • 7.449 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: