i racconti del sé, Riflessioni

Titolo a cosa?

Non sempre si inizia qualcosa che vive dentro. Come queste righe che prendono vita. Non so dove andranno a finire ma loro scorrono. Così. Nel disordine di un’apparente corrente ordinata.

Non so scrivere, non me lo ricordare ogni volta, amico mio. Lo so. Ma so buttar giù. Che sia buono o sciocco, butto giù quello che c’è ed ora ogni istante appare richiamo all’irrisolto. 

Ho sensazioni, dentro, che a farne un mucchio non starebbero in quattro mani. Mi ci vorrebbe nuovamente un treno, forse, ma di quelli vecchi, di quelli che piacciono a Piera perché fanno sentire il loro passo, il loro rumoroso e sensato ferro scorrere lungo il tempo, lungo il suolo. Il treno dei rumori belli, tronfi, pastosi, secchi. Dei rumori ben fatti. Il treno dal doppio vetro opaco, a sei posti per cabina, a sei respiri differenti. A sei paia d’occhi. A sei combinazioni.

Te l’ho già detto, non so cosa voglio dirti. Sarà questo vento forzato che la Terra usa quando fa fatica ad esprimere le sue ragioni o forse è carenza di cioccolato e menta. Che poi a me la menta non fa impazzire ma nel cioccolato la capisco. O almeno cerco.

Mi viene quasi da ridere, pensa! Ma siete tutti troppi seri in questo frangente ed il tendone di velluto tra noi e l’assoluto pesa troppo per due sole mani. Facciamo che lo spettacolo oggi lo saltiamo. Facciamo che sì, se si potesse, io dormirei. Ma non ricomincerei.

Informazioni su Mumaclo

Il tutto e il niente

Discussione

7 pensieri su “Titolo a cosa?

  1. Beh: chi dice che non sai scrivere è un cretino.
    (Ma davvero cioccolato e menta?)

    Piace a 1 persona

    Pubblicato da Simone, quello di @purtroppo | 24 marzo 2016, 16:25
  2. ma vero ? cioccolato e menta?

    "Mi piace"

    Pubblicato da mairitombako | 24 marzo 2016, 18:40
  3. Sai scrivere. Anche di treni, e di cioccolato e menta come di una mano amorevole che ti acquieta. Fai rumore, sì, lo fai con la discrezione di una libellula che sbattendo le ali sull’acqua crea cerchi che si espandono (in me adesso) fino a infrangersi su rive lontane.
    (Digressione…hai mai provato il caffè con la crema di menta sospesa sopra che fanno a Padova al caffè Pedrocchi? Somiglia ad un bacio fresco d’inverno, seguito da un abbraccio caldo e forte. Imperdibile! ). Buona Pasqua Mumaclo, e scrivi perché mi manca leggerti…😊

    Piace a 1 persona

    Pubblicato da lucilontane | 24 marzo 2016, 20:45

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Follow Mumaclo on WordPress.com

ghiacciaia

Briciole preziose

  • 7.449 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: