Riflessioni

Mario, le virgole e la sua Anima di fiore

Ho incontrato Mario stamattina. Dai Mario, quello che ieri ti ha chiesto una sigaretta pur sapendo che non fumi. Ecco, sì, Mario, proprio lui. Ho incontrato Mario sulla via del ritorno. Era chino, ricurvo su se stesso nei suoi oltre 80 anni di passi e risposte. E parlava. Saliva per la via e parlava da solo. Parlava, parlava. Parlava. Mi sono avvicinata, l’ho salutato e lui, prima di rispondere, ha detto “aspetta un attimo” come per giustificarsi con un ipotetico interlocutore per l’interruzione momentanea del suo ascolto.

“Eccomi Anima di fiore, come stai?” M’ha detto, tra un sopracciglio rialzato ed il fiatone della salita da poco intrapresa. “Bene Mario, io bene…” Gli ho risposto sorridendo ma non m’ha creduta, almeno nell’immediato, non m’ha creduta tanto che si è sbrigato ad arrestare il suo passo quasi a voler dire “Non me piace ‘sto tono Ni’, me devo ferma’ e ditte ‘na cosa”.

Mario è romano de Roma e tu questo già lo sai perché qualcosa di lui, seppur approssimativa, te l’ho già raccontata. Lui è uno di quelli che fa parte del quartiere a tal punto che se lo porterà dietro quando non ci sarà più. Rimarranno le strade ma il quartiere no perché il quartiere è di Mario. È talmente di Mario che solo lui lo chiama come gli pare e nomina a suo piacimento chi considera degno di passeggiarvi sopra. Me inclusa, pensa!

Te la faccio breve perché non mi va più di stare a spiegare ciò che di spiegazione non vive: Mario era lì che parlava da solo ma, in realtà, non parlava solo. Era assorto nei suoi pensieri e se li raccontava ad alta voce, con un fare ed un ascoltare che ancora gli invidio al pensiero. Li raccontava a se stesso, a me, a te e a chi non fa fatica ad ascoltare. Perché Mario è così ed è uno di quelli che oltre ad amare il suo quartiere e la gente che vi passa, ogni tanto si ascolta, ti ascolta. E mi ascolta. Io, la sua Anima di fiore. Che poi chissà perché, proprio Anima di fiore. Io.  Così, quando si è fermato m’ha guardata, mi ha sorriso, ha strizzato gli occhi e m’ha detto “Alle virgole, Nì, alle virgole dobbiamo pensare perché virgole siamo. Mica punti! ‘Na mattina il Padreterno s’è seduto e ha cominciato a raccontare la Sua storia a Se stesso e a raccontarsela tutta de fila ha iniziato a stancarsi. Mancava qualcosa. Qualcosa per dar colore e valore al tutto. Mancavamo noi, le Sue virgole! Noi! Ti rendi conto, Nì? Noi siamo la punteggiatura de ‘sta benedetta vita, le virgole pe’ fa’ prende’ fiato a Dio e faje cambia’ intonazione. Belli, brutti, ricchi e scemi, sempre virgole siamo, Nì. Ma no virgole qualunque. Virgole di Dio. E poveraccio chi se sente Punto. Poveraccio! Mi viene mal di testa a pensarmi il Punto di Dio. Mal di testa. Come se Dio volesse fini’ la storia Sua con me. Idee insane, da pavoni! E famojela racconta’ in pace ‘sta storia!” Detto questo, mi ha guardata, mi ha sorriso di nuovo ed ha ripreso il suo cammino, in compagnia del suo se stesso e del suo incantevole saperci fare.

Così. Mario. Io. La strada in salita, Le virgole di Dio. La Sua storia.

Sai cosa? Mario sa sempre la risposta. A cosa, di preciso, non so ma lui sicuro qualcosa di buono, ogni volta, la sa. Ogni volta. E questo suo abbraccio di parole poco consuete mi fa sentire parte dei suoi dialoghi, del suo quartiere, dei colori d’altri tempi, delle sue promesse custodite, non sempre mantenute nonché di tutte le cose che, non appena se ne andrà, voleranno liberamente con lui e le sue variopinte verità. Tutto quanto sparirà. In una maniera bella. In un manto di colori fortissimi ed agri come il più buon limone siciliano di ogni tempo.

Annunci

Informazioni su Mumaclo

Il tutto e il niente

Discussione

Un pensiero su “Mario, le virgole e la sua Anima di fiore

  1. Ha ragione Mario. Sulle virgole e sul fatto che sei un’anima di fiore, Ni.

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da Simone, quello di @purtroppo | 30 marzo 2017, 18:29

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow Mumaclo on WordPress.com

Sembra che l'URL del sito WordPress sia configurato in modo errato. Verifica le impostazioni del widget.

Briciole preziose

  • 4,979 visite
Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

ioinviaggio

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni, ti disegno un sorriso perché tu sia felice, e due ali libere per volare via, ti coloro di blu trapuntato di stelle per amarti ogni notte guardando il cielo.

Come mi va...

E si femò a raccontare le sue storie al mare e il vento

dudek_kvar

Un sito WordPress.com di prima qualità

Story of a photographer

La fotografia senza filtri

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il grigio PERLA

...il blog di Margherita Papini

wwayne

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Francesco Ferrazzoli

"Non usare sette parole quando ne bastano quattro" Ocean's Eleven – Fate il vostro gioco

Il Conte Nudo

Tutte le storie narrate su questa pagina sono di mia proprietà intellettuale e si riferiscono ad una storia realmente accaduta: la tua.

viaggi dal divano

Pensieri ed elucubrazioni alla ricerca della felicità

Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

aPiCult - Come Quando Ero Bambina

tutto quello che mi resta di dolce lo metto qui

lansiadelgatto

The cat is on the couch. Meow.

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Mamma for dummies

...quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo!

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

Degraphic Sign

Oltre il disegno, al di là del progetto

Pronti per cambiare il mondo

Druid Earyn - Pronti per cambiare il mondo

laresadeitonti

in altre parole, sono qui per raccontarvi la Spada nella Goccia

Parole senza rimedi

Manuela. Una col vizio di scrivere

tiZ On the trAin

(perché un pendolare napoletano sa quando parte, ma non sa quando arriva)

emozioversando

Le mie emozioni in versi.

entomotimica

"se mi ritrovo sono perduta"

Tiziana Campodoni - Blue moon

"quelle che contano sono le note che non senti" (W.count Basie)

Lupetta above all

...i miei pensieri...

Roma Nord TV

La web TV dell'Associazione Roma Kult

mammachestorie

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 6 mesi e faccio il blogger

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

c'è una filo di nostalgia che si allinea su tutta la linea del collo e mi estingue la parola / intanto ansimo

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

LIBRI

GUIDO SPERANDIO

doktor eusebio

In buona sostanza i social hanno decretato il fallimento estetico delle avanguardie artistiche del Novecento

VIAGGIARE E' SOGNARE

I sentieri si costruiscono viaggiando

MrsBean. pensieri e vita da mrsbean.

Pensieri di una diversamente giovane. Margherita Penza.

purtroppo

Quello che leggi qui è tutto autobiografico. Soprattutto le cose inventate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: